martedì 1 luglio 2014

La prima domanda dei miei ospiti è...?

In queste settimane estive, più che in altri periodi dell'anno, mi capita di ospitare persone di tutto il mondo. Americani, espansivi, estroversi, socievoli e un pò ingenuotti. Indiani (dell'India) riservati, discreti, di pochissime parole e con le loro "originali" usanze ( ma tu lo sapevi che dormano sopra le lensuola?). Australiani, gentilissimi, curiosi, ecologisti ed attenti all'alimentazione (viaggiano con i loro prodotti alimentari....). Insomma, di tutto un pò.
Ma la cosa strana che stò constatando è che, qualunque sia la loro provenienza, età, stato civile o sociale, la prima domanda che mi fanno entrando in camera è la medesima:
" Avete il wi-fi, vero? Posso avere la password?" ... " May I've the wi-fi password?"

/

Lo fai anche tu? In realtà le domande classiche sono rimaste, ma vengono dopo...non sono più prioritarie. Prioritario è per tutti connettersi  o riconnettersi con il loro mondo, quello che hanno lasciato a casa ma dal quale non vogliono, a volte non possono, staccarsi. 
Confesso che ogni volta attendo con ansia che cerchino la rete e si colleghino, passaggio niente affatto scontato quando offri ospitalità in una casa, che è anche bed and breakfast, ma sempre casa rimane, con la sua rete domestica e tutti i limiti che spesso comporta.
Quando vedono la rete e si collegano si rilassano, si guardano intorno, un pò ansiosi di controllare mail e quant'altro, un pò cuoriosi di scoprire la camera...e partono le domande classiche, le curiosità ed i biosgni di ciascuno...e questi sono diversi, a volte anche molto, in base all'età, alla provenienza, ecc. ecc.... Queste te le racconterò prossimamente...Ormai siamo connessi!