giovedì 13 marzo 2014

Per gestire un B&B devi essere "social"?

Essere proprietari e gestori di un bed and breakfast oggi vuol dire necessariamente ( a meno che non si voglia pagare qualcuno per farlo!) essere "tecnologici", "social"...o almeno provarci!
Quando ho iniziato questa attività, nel 2000, bastava il passaparola, qualche biglietto da visita ed il gioco era fatto. Per anni non ho avuto nemmeno un sito personale...!
Complice il fatto che c'era solo il mio, di B&B, almeno a Cardano al Campo, i clienti arrivavano.
Certo dovevi lavorare bene perchè se è vero che un cliente soddisfatto è un cliente guadagnato, un cliente deluso, per effetto di un passaparola negativo, equivale in un attimo a 1.000 potenziali clienti che non arriveranno mai. Ma lavorare bene è fondamentale in qualunque campo, da sempre.
Adesso invece, essere un buon gestore, una padrona di casa attenta ed ospitale, flessibile negli orari ed empatica (per quanto possibile), avere una bella casa, delle camere pulite, accoglienti, confortevoli, servire colazioni gustose, abbondanti e ben curate....ecco, tutto questo adesso non è più sufficiente per "raggiungere" un potenziale cliente.
Adesso devi essere tecnologica, che non vuol dire solo avere un tuo sito web ( questo è scontato!) vuol dire essere presenti sui principali social, essere attivi, tenere i profili aggiornati...catturare l'attenzione di potenziali ospiti, interessarli, informarli e....conquistarli!
Aggiornare il sito web, postare sul proprio profilo personale, sulla pagina facebook del B&B, scrivere un paio di tweet, pubblicare foto pertinenti su istagram e poi aggiornare pinterest,  il blog, linkedin e google...ecco, questo e molto altro sono diventati il mio lavoro quotidiano, insieme chiaramente a tutto il resto, alle cose pratiche legate all'accoglienza dell'ospite che,  così lungamente corteggiato, alla fine arriva, carico di mille aspettative e curiosità...e non va assolutamente deluso!


Siamo proprio sicuri che tutta questa tecnologia sia una conquista? 
Cercami sul web...e, se ti và, dimmi cosa ne pensi. Grazie!